FS NEWS >

Linee e direttrici AV/AC

In realizzazione per fasi successive in base alle esigenze prioritarie di potenziamento dell'infrastruttura e di riorganizzazione e fluidificazione dei traffici, l'Alta Velocità/Alta Capacità riveste un’importanza strategica nei piani di sviluppo della ferrovia italiana e si accompagna a importanti interventi di riorganizzazione trasportistica e di riqualificazione delle aree attraversate: servizi ferroviari regionali e metropolitani, itinerari dedicati alle merci, nuove stazioni

A livello sovranazionale costituisce un tassello fondamentale delle Transeuropean Networks – Transport (TEN-T), le reti di trasporto trans-europee individuate a partire dall'inizio degli anni '90 dalla Commissione Europea e ridefinite negli ulteriori obiettivi da ultimo nel 2013 (Reg. CE 1316/2013).




cartina italia AV/AC

Dal dicembre 2009 è completamente aperta al pubblico la direttrice AV/AC Torino- Milano- Napoli con il suo prolungamento verso Salerno: 1000 km di linee ferroviarie in grado sia di consentire collegamenti di lungo raggio più frequenti e veloci tra i grandi centri urbani dove si concentra oltre il 65% della domanda di mobilità, sia di aumentare la capacità complessiva dell'infrastruttura e di migliorare il traffico regionale, metropolitano e merci cui è in massima parte dedicata la rete convenzionale.

Ulteriori tratti AV/AC sono attivi tra Milano e Brescia e tra Padova e Mestre lungo la direttrice trasversale cui afferiscono le linee "antenna" Padova-Bologna e Verona-Bologna,  potenziate per l'integrazione nella rete Alta Velocità/Alta Capacità italiana.

Completeranno la trama della rete Alta Velocità/Alta Capacità:

- nuove linee tra Brescia e Padova e tra Milano e Genova

- ulteriori linee - in parte nuove, in parte esistenti e in progressivo potenziamento lungo gli assi dei valichi alpini, di collegamento con il resto d’Europa, e lungo le grandi direttrici che attraversano il Mezzogiorno italiano, in particolare tra Napoli e Bari e tra Palermo, Catania e Messina.

Realizzata e in realizzazione attraverso un mix di investimenti “leggeri” (tecnologici) e “pesanti” (opere infrastrutturali),  l'AV/AC  ha consentito negli ultimi anni - a partire dal 2009, con l'attivazione delle nuove linee tra Torino, Milano e Napoli - di potenziare sempre di più l'offerta di trasporto di lunga percorrenza con collegamenti sempre più frequenti e veloci. Su tutte le relazioni di traffico interessate dalle linee attivate è stato ridotto il tempo di percorrenza. Ad esempio, il tempo di viaggio tra Milano e Roma è passato da 3 ore e 59 minuti a 2 ore e 59 minuti e il collegamento senza fermate intermedie è passato da 3 ore e 30 minuti a 2 ore e 40 minuti


.



linea AV

Oltre ad assicurare collegamenti veloci e diretti sulle lunghe distanze, le nuove linee AV/AC italiane si caratterizzano oggi nel panorama europeo per:

essere orientate all’aumento della capacità dell’intero sistema ferroviario e all'innalzamento delle prestazioni dell'intera rete anche in termini di regolarità e frequenza

aver adottato - prime in Europa - tecnologie d’avanguardia per l'interoperabilità ferroviaria tra i diversi paesi europei

accompagnarsi ad importanti potenziamenti e riorganizzazioni della mobilità locale e merci su ferro nei grandi nodi urbani attraversati, anche grazie alla realizzazione delle nuove stazioni AV, e sugli itinerari merci afferenti,

 perseguire l'inserimento e la minimizzazione dell’impatto socio-ambientale delle nuove opere a salvaguardia di un territorio nazionale che alterna aree di grande densità infrastrutturale, abitativa e produttiva ad aree dai delicati equilibri ambientali e dalle molte presenze archeologiche e monumentali.