Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  RFI  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Logo RFI
cartina italia

Rete Alta Velocità - Alta Capacità



ultimo aggiornamento: marzo 2013



Aumentare la quantità e la qualità e dell’offerta ferroviaria italiana e l’ integrazione con la rete europea, contribuire al riequilibro del sistema dei trasporti italiano oggi fortemente squilibrato a favore della strada: sono questi i fondamentali obiettivi dell’ Alta Velocità/Alta Capacità italiana (AV/AC), un sistema articolato ed esteso che vede la realizzazione di nuove linee ferroviarie e il potenziamento di linee esistenti lungo gli itinerari di maggior traffico, dal nord al sud del nostro Paese. 

A livello nazionale, l’AV/AC - in realizzazione per fasi successive in base alle esigenze prioritarie di riorganizzazione e fluidificazione dei traffici - riveste un’importanza strategica nei piani di sviluppo dell’infrastruttura ferroviaria italiana e si accompa a importanti interventi di riorganizzazione trasportistica e di riqualificazione delle aree attraversate: nuove stazioni, servizi ferroviari regionali e metropolitani, itinerari dedicati alle merci. 

A livello sovranazionale, il sistema AV/AC italiano costituisce un tassello fondamentale delle Transeuropean Networks – Transport (TEN-T), le reti di trasporto trans-europee definite a partire dall'inizio degli anni '90 dalla Commissione Europea che dalla fine del 2011 ne sta individuando ulteriori obiettivi di sviluppo.

Da nord a sud

Dal dicembre 2009 è completamente aperta al pubblico la direttrice Alta Velocità Torino- Milano- Napoli-Salerno: 1000 km di nuove linee ferroviarie in grado sia di consentire collegamenti più frequenti e veloci tra i grandi centri urbani dove si concentra oltre il 65% della domanda di mobilità, sia di migliorare il traffico regionale e metropolitano cui sarà interamente dedicata la rete convenzionale.

Ulteriori tratti AV/AC sono attivi tra Milano e Treviglio e tra Padova e Mestre lungo la direttrice trasversale cui afferisce la linea Padova-Bologna e la linea Verona-Bologna, quest’ultima già completamente potenziata per l'integrazione nella rete Alta Velocità/Alta Capacità italiana.

Completano la trama della rete Alta Velocità/Alta Capacità:

- circa 300 km di nuove linee tra Milano-Verona-Venezia e il Terzo Valico tra Milano e Genova, in costruzione tra Treviglio e Brescia e tra Genova e Tortona.

- ulteriori linee - in parte nuove, in parte esistenti e in progressivo potenziamento per l’integrazione con il resto del sistema AV/AC - lungo le direttrici dei valichi alpini di collegamento con il resto d’Europa e lungo i collegamenti nel Mezzogiorno italiano, in particolare tra Napoli e Bari, Salerno e Reggio Calabria, Palermo, Catania e Messina.

L'Alta Capacità: la via italiana all'Alta Velocità

Le nuove linee della rete AV/AC italiana si caratterizzano oggi nel panorama europeo per:

essere orientate al trasporto sia dei passeggeri che delle merci e all’aumento della capacità dell’intero sistema ferroviario, adottare - prime in Europa - tecnologie d’avanguardia per l'interoperabilità ferroviaria tra i diversi paesi europei.
accompagnarsi a importanti potenziamenti e riorganizzazioni della mobilità locale e merci su ferro nei grandi nodi urbani attraversati e sugli itinerari merci afferenti,
interventi di inserimento e minimizzazione dell’impatto socio-ambientale in un territorio nazionale che alterna aree di grande densità infrastrutturale, abitativa e produttiva a aree dai delicati equilibri ambientali e dalle molte presenze archeologiche e monumentali.
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 01008081000  |  Link