Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  RFI  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Logo RFI

RFI, il Gestore dell'Infrastruttura

RFI garantisce la sicurezza della circolazione ferroviaria sull’intera rete, sviluppa tecnologia dei sistemi e dei materiali e assicura il mantenimento in efficienza dell'infrastruttura ferroviaria.

Come nasce RFI

Rete Ferroviaria Italiana è stata costituita il 1° luglio 2001 come Società dell’Infrastruttura del Gruppo Ferrovie dello Stato, per rispondere alle Direttive comunitarie recepite dal Governo italiano sulla separazione fra il gestore della rete e il produttore dei servizi di trasporto, e a completamento del processo di societarizzazione del Gruppo FS.

La missione

La missione di RFI è, in primo luogo, quella di assolvere al ruolo di Gestore dell'infrastruttura ferroviaria nazionale, secondo quanto attribuitole dall'Atto di Concessione ed in base al Contratto di Programma, il documento che regola i rapporti con lo Stato. In particolare il Decreto legislativo 188/2003, che disciplina l'attuazione delle direttive comunitarie in materia, ha confermato al Gestore le seguenti aree di responsabilità:

- sviluppare la tecnologia dei sistemi e dei materiali
- assicurare la piena fruibilità ed il costante mantenimento in efficienza delle linee e delle infrastrutture ferroviarie
- destinare gli investimenti al potenziamento, all'ammodernamento tecnologico e allo sviluppo delle linee e degli impianti ferroviari
- presidiare il comparto navigazione
- provvedere alla sorveglianza sanitaria dei dipendenti, degli ambienti di lavoro, dei servizi offerti e dei luoghi aperti al pubblico 
-garantire, in base al ruolo di Station Manager,  l'accessibilità delle stazioni a tutti i cittadini, in particolare alle persone a ridotta mobilità,  attraverso la progressiva eliminazione delle barriere architettoniche e l'offerta di servizi e di informazione dedicata
- promuovere l'integrazione dell'infrastruttura italiana nella Rete Ferroviaria Europea, coordinandosi con i Paesi dell'UE in merito agli standard di qualità, alle azioni e alle strategie di commercializzazione dei servizi.

Gli atti di riferimento

A decorrere dalla data della sua costituzione, Rete Ferroviaria Italiana acquisisce gli effetti della concessione rilasciata a F.S. S.p.A., con Decreto Ministeriale n. 138T del 31 ottobre 2000 e riveste il ruolo di Gestore dell’Infrastruttura Ferroviaria Nazionale.

In attuazione delle Direttive Comunitarie numero 12, 13, 14 del 2001, il Decreto Legislativo n. 188 del 2003, ha confermato al Gestore dell’Infrastruttura la sua missione, delineandone le diverse aree di responsabilità.

Il Contratto di Programma, atto che convenzionalmente disciplina i rapporti che RFI ha con lo Stato, nel caso specifico con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è stato approvato lo scorso luglio dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) stabilendo, per gli anni 2007-2011, i reciproci obblighi e diritti in tema di investimenti.

In materia di sicurezza del trasporto ferroviario è tuttora in vigore il D.P.R. n. 753 del 11 luglio 1980, che ha introdotto le norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell’esercizio delle Ferrovie e di altri servizi di trasporto, applicate alle ferrovie destinate al servizio pubblico per il trasporto di persone e di cose esercitate dalle F.S. S.p.A. o in regime di concessione o di gestione commissariale governativa.
Più recentemente il Decreto Legislativo n. 162 del 10 agosto 2007 ha istituito l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie e l’Organismo Investigativo Permanente. RFI ha conseguito l’Autorizzazione di Sicurezza prevista dal D. Lgs. 162/2007 rilasciata dall’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF); tale documento attesta che le attività di RFI, in qualità di Gestore dell’Infrastruttura ferroviaria nazionale, sono conformi ai requisiti previsti dal Regolamento Europeo 1169/2010.

Il Decreto Dirigenziale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 2043 del 10.06.2008 ha sancito l’attribuzione all’Agenzia di parte delle competenze, fino ad a quel momento svolte dal Ministero e dal Gestore dell’Infrastruttura il quale garantisce il supporto necessario all’Agenzia per lo svolgimento dei compiti ad essa assegnati.
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 01008081000  |  Link