Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  RFI  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Logo RFI

Le società di RFI

Le principali controllate, collegate e minoritarie di Rete Ferroviaria Italiana e le partecipazioni a gruppi di interesse economico europeo


Ultimo aggiornamento: luglio 2012

Bluferries S.r.l. (100%)

La Società, interamente controllata da RFI, ha per oggetto sociale le attività di traghettamento di passeggeri e mezzi gommati sullo Stretto di Messina. Partecipa con il 40% al Consorzio Metromare dello Stretto (restanti quote : Ustica Lines), che svolge servizio veloce di trasporto marittimo passeggeri tra Messina, Reggio Calabria e Villa San Giovanni , e con il 33,33% a Terminal Tremestieri (restanti quote:Caronte turist SpA e Meridiano Lines Srl), che gestisce l'approdo delle navi traghetto operanti sullo Stretto di Messina nel trasporto di automezzi  fornendo servizi di ormeggio, biglietteria, sosta e assistenza all’imbarco degli autoveicoli. 

Terminali Italia S.r.l. (89%)

Controllata all’89% da RFI, Terminali Italia garantisce in primo luogo la gestione integrata dei servizi terminalistici all’interno di un network di 20 terminali intermodali per la maggior parte di RFI . 

Costituita per valorizzare la capacità delle linee di accesso e degli impianti merci come parte di un unico sistema e per ottimizzarne l'utilizzo secondo i principi di equità, trasparenza e non discriminazione, Terminal Italia – partecipata all’ 11% da Cemat - si propone come il gestore unico dei servizi dell’ultimo miglio ferroviario (handling e manovra).

TFB S.p.A. (85,3%)

TFB - Tunnel Ferroviario del Brennero - Finanziaria di Partecipazioni SpA è la società italiana che detiene al 50% le azioni della società europea per la realizzazione di una galleria ferroviaria tra Italia ed Austria BBT SE - Brenner Basistunnel, per il restante 50% di proprietà delle ferrovie austriache ÖBB (Österreichische Bundesbahnen). A sua volta la TFB è partecipata da RFI (Rete Ferroviaria Italiana) per l’85,3 %, dalle Province Autonome di Bolzano e Trento per circa il 6 % ciascuna e dalla Provincia di Verona per circa il 2 %. 

La futura Galleria di Base del Brennero - 55 km di lunghezza da Innsbruck a Fortezza - è un’opera cofinanziata dall’Unione Europea.

LTF SAS (50%)

LTF – Lyon Turin Ferroviaire Sas è la società italo- francese costituita al 50% da RFI-Rete Ferroviaria Italiana e al 50% da RFF- Reséau Ferré de France allo scopo di effettuare gli studi di progetto (preliminare e definitivo) e i lavori di ricognizione per la parte italo-francese della futura nuova linea ferroviaria Lione-Torino, cofinanziata dall’Unione Europea

Quadrante Europa Terminal Gate S.p.A. (50%)

Quadrante Europa Terminal Gate è la società partecipata al 50% da RFI e al 50% dal consorzio ZAI costituita per promuovere lo sviluppo delle infrastrutture e dei trasporti intermodali nell’ambito del sistema dell’Interporto di Verona dove attualmente Terminali Italia gestisce il terminal Verona Quadrante Europa con l’offerta di servizi di terminalizzazione.

Stretto di Messina S.p.A. (13%)

La Società, cui RFI partecipa per il 13%, è stata costituita l'11 giugno 1981 (legge istitutiva 1158/1971) ed è concessionaria del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la progettazione, realizzazione e gestione del Ponte sullo Stretto di Messina. Altri azionisti sono Fintecna, Anas, Regione Calabria e Regione Sicilia.

GRUPPO EUROPEO DI INTERESSE ECONOMICO PER IL CORRIDOIO MERCI 6

Il GEIE  Corridoio Merci 6 è stato istituito il 19 dicembre 2013 a seguito dell'ampliamento del precedente GEIE Corridoio D.  La partnership è costituita dalle società interessate alla gestione del Corridoio Merci 6:  i gestori dell’infrastruttura ferroviaria italiano (RFI), francese (RFF), spagnolo (ADIF), franco-spagnolo (TPFerro), sloveno (SZ infrastruttura) e ungherese (MAV) e gli organismi preposti  all'assegnazione della capacità in Slovenia (AZP) e in Ungheria (VPE).  In linea con il Regolamento (UE) N. 913/2010, il GEIE rappresenterà il Comitato di gestione  del Corridoio Merci 6: Almeria-Valencia/Madrid-Saragozza/Barcellona-Marsiglia-Lione-Torino-Milano-Verona-Padova/Venezia-Trieste/Capodistria-Lubiana-Budapest-Zahony (confine fra Ungheria e Ucraina) al fine  di migliorare l'efficienza e la competitività del trasporto merci su ferro lungo il corridoio.

GEIE Corridor A

Il GEIE – Gruppo di interesse economico europeo - per il Corridoio A è stato costituito tra RFI e i Gestori dell’infrastruttura ferroviaria ProRail (Olanda), DB Netz (Germania), BLS Netz (Svizzera), SBB Infrastruktur (Austria) allo scopo di promuovere fra i membri l'interoperabilità, aumentare la gamma dei servizi e realizzare l'ERTMS sul corridoio Rotterdam-Genova. A questo fine il GEIE coordina le richieste di finanziamento alle autorità europee e svolge la funzione di Comitato Direttivo tra i gestori dell'infrastruttura ferroviaria.
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 01008081000  |  Link