Gruppo Ferrovie dello Stato

Home FS  |  RFI  |  Il Gruppo  |  FS News  |  Lavora con noi

Logo RFI

Le società di RFI

Le principali controllate, collegate e minoritarie di Rete Ferroviaria Italiana e le partecipazioni a gruppi di interesse economico europeo


Bluferries S.r.l. (100%)

La Società, interamente controllata da RFI, ha per oggetto sociale le attività di traghettamento di passeggeri e mezzi gommati sullo Stretto di Messina.

Terminali Italia S.r.l. (89%)

Controllata all’89% da RFI, Terminali Italia garantisce in primo luogo la gestione integrata dei servizi terminalistici all’interno di un network di 20 terminali intermodali per la maggior parte di RFI . 

Costituita per valorizzare la capacità delle linee di accesso e degli impianti merci come parte di un unico sistema e per ottimizzarne l'utilizzo secondo i principi di equità, trasparenza e non discriminazione, Terminal Italia – partecipata all’ 11% da Cemat - si propone come il gestore unico dei servizi dell’ultimo miglio ferroviario (handling e manovra).

Tunnel Ferroviario del Brennero – Società di Partecipazioni S.p.A. (TFB)(85,788%)

TFB ha per oggetto la gestione della partecipazione (50%) al capitale sociale della società “Galleria di base del Brennero – Brennero Basistunnel BBT SE”, soggetto promotore la realizzazione della galleria ferroviaria di base del Brennero; l’altro 50% del capitale sociale di BBT SE è detenuto dalla società delle ferrovie austriache “ÖBB Infrastrukture”.

TFB è controllata da Rete Ferroviaria Italiana S.p.A. che detiene l’85,788% delle azioni mentre la restante quota di azioni, alla medesima data, è così suddivisa: 6,277% Provincia Autonoma di Bolzano, 6,277% Provincia Autonoma di Trento e 1,658% Provincia di Verona.

LTF SAS (50%)

LTF – Lyon Turin Ferroviaire Sas è la società italo- francese costituita al 50% da RFI-Rete Ferroviaria Italiana e al 50% da RFF- Reséau Ferré de France allo scopo di effettuare gli studi di progetto (preliminare e definitivo) e i lavori di ricognizione per la parte italo-francese della futura nuova linea ferroviaria Lione-Torino, cofinanziata dall’Unione Europea

Quadrante Europa Terminal Gate S.p.A. (50%)

Quadrante Europa Terminal Gate è la società partecipata al 50% da RFI e al 50% dal consorzio ZAI costituita per promuovere lo sviluppo delle infrastrutture e dei trasporti intermodali nell’ambito del sistema dell’Interporto di Verona dove attualmente Terminali Italia gestisce il terminal Verona Quadrante Europa con l’offerta di servizi di terminalizzazione.

Gruppo di Interesse Economico Europeo per il CORRIDOIO MERCI 6 (Mediterranean Corridor)

Il GEIE per il  Corridoio Merci 6 (Mediterranean Corridor) è stato istituito il 19 dicembre 2013 per la gestione delle attività finalizzate - come previsto dal Reg. 913/20101 - a migliorare l'efficienza e la compentitività del trasporto merci lungo il percorso: Almeria-Valencia/Madrid-Saragozza/Barcellona-Marsiglia-Lione-Torino-Milano-Verona-Padova/Venezia-Trieste/Capodistria-Lubiana-Budapest-Zahony (confine fra Ungheria e Ucraina).

La partnership del GEIE è costituita tra i gestori dell’infrastruttura ferroviaria italiana (RFI), francese (RFF), spagnola (ADIF), franco-spagnola (TPFerro), slovena (SZ infrastruttura) e ungherese (MAV) e gli organismi preposti  all'assegnazione della capacità in Slovenia (AZP) e in Ungheria (VPE). 

Gruppo di interesse economico europeo per il CORRIDOIO MERCI A

Il GEIE “EEIG Corridor Rhine-Alpine EWIV”-   registrato nel 2014 come evoluzione del GEIE “EEIG Corridor A EWIV” , istituito nel 2008 - gestisce le attività finalizzate a migliorare l'efficienza e la competitività del trasporto merci (ex Reg CE 913/2010), nonché la promozione dell'interoperabilità tramite il sistema ERTMS, lungo il percorso Zeebrugge-Antwerp/Rotterdam-Duisburg-[Basel]-Milano-Genova. 

La partnership del GEIE è costituita tra i gestori dell'infrastruttura ferroviaria italiana (RFI), olandese (Prorail), belga (Infrabel), tedesca (DB Netz) con la partecipazione, nel ruolo di contractor, dei gestori dell'infrastruttura svizzera SBB Infrastruktur e BLS Netze e dell'organismo preposto all'assegnazione della capacità ferroviaria in Svizzera Trasse Schweiz.

G.E.I.E. Trieste-Divača

Il Gruppo Europeo di Interesse Economico (G.E.I.E.) per la linea ferroviaria transfrontaliera Trieste-Divača è stato costituito allo scopo di coordinare la progettazione e la gestione del progetto della sezione transfrontaliera della tratta ferroviaria italo-slovena tra Trieste e Divača inserita nel Progetto Prioritario 6 delle Reti Transeuropee di Trasporto definite dall’Unione Europea. Il fondo iniziale ed i costi di gestione sono finanziati dai membri in parti uguali.
Aiuto  |  Mappa  |  Accessibilità Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilità.  |  Credits
Contatti  |  Note legali  |  Partita Iva 01008081000  |  Link