Nella stazione di Verceia una nuova sede del Centro Alpino Italiano

I locali sono stati concessi da RFI in comodato d'uso gratuito

Milano, 24 settembre 2017

Inaugurata oggi, nella stazione di Verceia, la nuova sede della locale sezione del CAI.

Presenti al taglio del nastro Flavio Oregioni,  Sindaco di Verceia e Presidente della Comunità Montana della Valchiavenna, Marcella Fumagalli Presidente del CAI e  Vincenzo Macello Direttore Produzione Lombardia di Rete Ferroviaria Italiana.

Comune e Rete Ferroviaria Italiana hanno sottoscritto un contratto di comodato d’uso per l’utilizzo  gratuito all’amministrazione comunale di tre locali della stazione, da destinare alle attività del CAI.

RFI, prima della consegna dei locali, ha riqualificato l’intero fabbricato viaggiatori: tinteggiatura della facciata esterna e degli infissi, sostituzione degli infissi della sala d’attesa, riqualificazione servizi igienici, manutenzione dell’area verde e recinzioni. Sono in corso i sopralluoghi per l’implementazione del sistema di telecamere a circuito chiuso già attivo. Investimento economico di RFI circa 10mila euro.

Il Comune e la Comunità Montana della Valchiavenna hanno investito 25mila euro per il rifacimento dell’impianto elettrico, idraulico e per la realizzazione del sistema di videosorveglianza. Il CAI ha tinteggiato i tre locali che diventeranno la sua sede.

Negli ultimi anni Rete Ferroviaria Italiana in Lombardia ha concesso molte stazioni in comodato d’uso gratuito ad associazioni, cooperative e enti locali - ha dichiarato Vincenzo Macello, Direttore Produzione Lombardia di RFI. “Il riutilizzo di questo patrimonio immobiliare con finalità sociale è un’opportunità per tutti: per chi prende l’impegno di gestire tali spazi, ma anche per il sistema ferroviario stesso,. Soprattutto per le piccole stazioni questa soluzione fa sì che esse rimangano vive e salvaguardate da eventuali episodi di vandalismo, creando al tempo stesso ricchezza per le comunità nelle quali sono inserite con  ricadute positive per tutto il territorio”.

Questo intervento - sottolinea il presidente della Comunità Montana della Valchiavenna e sindaco di Verceia Flavio Oregioni - ha per noi una duplice valenza: da un lato completa il progetto di sistemazione dell’area, dall’altro ci consente di assicurare a una realtà molto attiva sul territorio qual è il Cai Novate-Verceia una sede idonea per coordinare le molteplici iniziative che promuove. Un risultato che ci rende particolarmente orgogliosi perché ottenuto grazie alla collaborazione tra Rfi, gli enti pubblici e il Cai stesso che, ciascuno nel proprio ruolo, si sono impegnati nell’interesse del territorio». Una soddisfazione condivisa con il Cai Novate-Verceia. che proprio in questo 2017 festeggia il quarantesimo di fondazione: «I nuovi spazi, ampi e confortevoli, ci agevolano dal punto di vista organizzativo e mettono a disposizione dei nostri soci un punto di ritrovo - spiega la presidente Marcella Fumagalli -. Secondo quanto previsto nella convenzione sottoscritta con il Comune di Verceia garantiremo la gestione e la pulizia non soltanto dei locali che occupiamo ma anche delle aree verdi esterne.