FS NEWS >

Obbligo di stipula in modalità digitale dei contratti pubblici

Dal 1° gennaio 2015 i contratti derivanti dalle procedure di affidamento indette da RFI S.p.A. dovranno essere stipulati in modalità digitale, pena la nullità dell’atto. 

In conformità al disposto di cui al D.L.145/2013, si informa che dal 1° gennaio 2015 i contratti derivanti dalle procedure di affidamento indette da RFI S.p.A. dovranno essere stipulati in modalità digitale, pena la nullità dell’atto. 

Si invitano pertanto gli operatori economici a volersi tempestivamente dotare degli strumenti idonei alla nuova modalità di sottoscrizione degli atti contrattuali. 

Per l’effettuazione delle operazioni di stipula, è necessario dotarsi di specifica attrezzatura hardware e del relativo software di supporto. Il soggetto stipulante l’atto, deve essere dotato di apposita smart card che contiene al proprio interno il certificato di sottoscrizione per la firma digitale. 

In caso di sottoscrizione contestuale si utilizza un software di firma quali Dike o File Protector; prima di procedere con la firma viene verificata la validità del certificato di firma utilizzato dalla controparte. 

In caso di sottoscrizione a distanza viene inviata un nota via PEC all’appaltatore aggiudicatario con allegato il contratto da firmare digitalmente; per la visualizzazione dell’atto è necessario avere la disponibilità del programma Acrobat. A seguito dell’apposizione della firma, la controparte dovrà restituire il contratto e gli allegati, sempre tramite PEC all’indirizzo che verrà comunicato.