RFI, Pinerolo: nuovo apparato computerizzato gestisce e controlla traffico ferroviario

Progettato e realizzato interamente da 60 ingegneri e tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. Puntualità, diagnostica e incremento affidabilità: i principali vantaggi. Investimento economico 4 milioni di euro

Torino, 4 dicembre 2018

Un sistema informatico di ultima generazione gestisce e controlla la circolazione ferroviaria nelle stazioni di Pinerolo e Piscina di Pinerolo, sulla linea SFM2 Pinerolo-Chiasso.

Il nuovo Apparato Centrale Computerizzato (ACC) di Pinerolo, che sostituisce il precedente sistema a tecnologia elettromeccanica, è il primo interamente progettato e realizzato, verificato e validato direttamente dagli ingegneri e dai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane).

Sessanta i tecnici di RFI che hanno lavorato alla progettazione, realizzazione e messa in esercizio degli impianti, realizzati con tecnologia Ansaldo STS. Prosegue, così, la nuova politica industriale di realizzare e installare le tecnologie dedicate alla supervisione del traffico ferroviario, riportando all’interno dell’azienda tutte le attività che in precedenza erano affidate alle imprese appaltatrici.

Inoltre, nella stazione di Pinerolo, oltre al rinnovo degli impianti di segnalamento e telefonici, è stata modificato l’assetto dei binari e della trazione elettrica.

L'investimento economico è di circa quattro milioni di euro.

L’Apparato Centrale Computerizzato è una vera e propria “cabina di regia” che, grazie alle potenzialità offerte dall'elettronica, gestisce in modo più efficace ed efficiente la circolazione ferroviaria, soprattutto in caso di criticità, garantendo una maggiore flessibilità nell’uso dei binari di stazione. E’ in grado di gestire in maniera più rapida ed efficace i flussi di traffico in stazione incrementandone le potenzialità con sensibili benefici anche in termini di diagnostica, di incremento dell’affidabilità dei sistemi ferroviari e miglioramento degli standard delle attività di manutenzione.

Le tecnologie di ultima generazione e il potenziamento infrastrutturale renderanno più affidabile l’infrastruttura ferroviaria incrementando gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario. E’ il primo passo di un progetto più ampio che coinvolgerà anche le stazioni di None, Candiolo ed Airasca, e consentirà il controllo a distanza dell’intera tratta Moncalieri Sangone - Pinerolo.