RFI partecipa al convegno sulle greenways e modelli europei di mobilità dolce

Tra gli argomenti trattati, la riconversione delle linee ferroviarie dismesse e i progetti di sviluppo sostenibile. Presente Claudia Cattani, Presidente di Rete Ferroviaria Italiana

Chieti, 24 novembre 2017

La mobilità dolce, le greenways d’Italia e d’Europa e la nuova suggestiva ciclovia dei Trabocchi sono stati i temi al centro del convegno “La greenway della Costa dei Trabocchi”, dedicato alla valorizzazione e alla riqualificazione turistica dei territori.

Claudia Cattani, Presidente di Rete Ferroviaria Italiana, ha preso parte alla tavola rotonda sul panorama italiano ed europeo della mobilità sostenibile e sui possibili modelli di gestione.

Tra gli argomenti trattati, la riconversione delle linee ferroviarie dismesse e i progetti di sviluppo sostenibile che puntano alla valorizzazione del patrimonio naturale, storico e culturale del Paese. Il convegno, al quale hanno partecipato esperti della sostenibilità ambientale provenienti da Spagna, Francia, Belgio e Irlanda, è stata anche l’occasione per presentare il nuovo Atlante di viaggio lungo le ferrovie dismesse di FS Italiane e Rete Ferroviaria Italiana, un censimento per aree geografiche dei tracciati ferroviari non più in esercizio.

Nell’ambito della stessa tavola rotonda è stata inoltre lanciata la prima greenway del Centro Italia: la ciclovia dei Trabocchi, un percorso a ridosso dell’Adriatico, dove in passato correva il vecchio tracciato della ferrovia che collegava la Puglia al nord della Penisola, oggi a disposizione degli appassionati del turismo slow.

Le linee ferroviarie dismesse nel nostro Paese ammontano a circa 1.500 km, ai quali si aggiungono 400 stazioni non più funzionali alle attività ferroviarie – ha spiegato Claudia Cattani. Questo patrimonio rappresenta ciò che come Gruppo FS Italiane mettiamo a disposizione, con diverse modalità, delle Pubbliche Amministrazioni e degli Enti locali per realizzare progetti di valenza turistica e culturale, che fungano da volano per lo sviluppo dei territori in cui si trovano”.

Il convegno è stato organizzato dalla Camera di commercio di Chieti, in collaborazione con Legambiente e l’Associazione Europea delle Greenways, con il patrocinio del ministero del MIBACT e della Regione Abruzzo.