RFI, Cinque Terre: abbattimento barriere architettoniche e riqualificazione delle stazioni

Interventi già avviati a Monterosso e Vernazza

RFI, Cinque Terre: abbattimento barriere architettoniche e riqualificazione delle stazioni

Genova, 15 febbraio 2017   

Avviati nelle stazioni del Parco delle 5 Terre importanti interventi di riqualificazione e di abbattimento delle barriere architettoniche.

Programmati da Rete Ferroviaria Italiana nel prossimo quadriennio (2017-2020) per un investimento complessivo di circa venti milioni di euro, gli interventi rientrano nell'ambito di un protocollo in corso di definizione con la Regione Liguria che segue la sottoscrizione dell'Accordo Quadro dello scorso 27 gennaio. 
Oggetto del Protocollo è la mappatura della situazione attuale e la programmazione di interventi di miglioramento del decoro e di abbattimento delle barriere architettoniche per favorire l’accessibilità delle stazioni e l’interscambio con altre modalità di trasporto.

Le attività, avviate a Monterosso e Vernazza, interesseranno anche i borghi di Corniglia, Riomaggiore e Manarola con l’innalzamento dei marciapiedi a 55 cm – lo standard previsto a livello europeo per i servizi ferroviari metropolitani – per facilitare l’accesso ai treni, laddove la curvatura dei marciapiedi lo consente, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la riqualificazione  dei fabbricati di stazione, sottopassi e pensiline oltre al potenziamento dell’illuminazione e a nuovi impianti per l’informazione al pubblico.

“Sono importanti interventi – commenta l’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino – che efficientano la mobilità interna alle stazioni ferroviarie, permettendo anche un più agevole accesso alle persone con disabilità. Gli interventi nelle stazioni delle Cinque Terre, che si aggiungono a quelli già presentati nelle stazioni della provincia di Savona, sono molto attesi e fortemente voluti da Regione Liguria anche in chiave turistica visto il consistente afflusso di visitatori, su treno, ai borghi interessati”.

La prima fase, il cui termine è previsto entro l’estate per una prima tranche di investimenti di 2,5 milioni di euro, prevede l’ammodernamento degli impianti di informazione al pubblico con nuove periferiche di ultima generazione e il rifacimento dei servizi igienici in tutte le stazioni. A Vernazza è stata implementata l’illuminazione in galleria in prossimità del marciapiede, a Monterosso è in corso l’allargamento del terzo marciapiede e l’innalzamento del primo marciapiede a 55 cm oltre alla predisposizione e successiva installazione dell’ascensore.

“Gli interventi programmati nelle località delle Cinque Terre – evidenzia Marco Torassa, Direttore Produzione Liguria di Rete Ferroviaria Italiana - si inseriscono nel contesto delle attività previste per le principali stazioni liguri con l’obiettivo di incrementare la dotazione dei servizi ed elevare gli standard di accessibilità”.