FS NEWS >

Maltempo Calabria, linea Crotone - Catanzaro: circolazione riattivata fra Sellia Marina e Simeri Crichi, potenziato servizio assistenza alle persone

Catanzaro, 5 novembre 2018

Aggiornamento ore 11.45

Riattivata alle 11.45 la circolazione ferroviaria fra Sellia Marina e Simeri Crichi con precauzionale riduzione di velocità.

Per garantire la mobilità Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus e potenziato il servizio di assistenza alle persone nelle stazioni di Catanzaro Lido e Crotone.

Il traffico era sospeso dalle 6.40 per consentire ai tecnici di RFI le operazioni di pulizia dei binari dai numerosi detriti portati dalle abbondanti piogge che hanno colpito la parte jonica della regione.

Due Intercity hanno registrato ritardi compresi fra 45 e 100 minuti, tre regionali con ritardi compresi fra 120 e 240 minuti, mentre 8 convogli sono stati cancellati totalmente o per parte del loro percorso.

Aggiornamento ore 10

Traffico ferroviario ancora sospeso fra Sellia Marina e Simeri Crichi per consentire, ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana, le operazioni di pulizia dei binari dai numerosi detriti portati dalle abbondanti piogge che stanno interessando la parte jonica della regione.

Trenitalia, nonostante il perdurare del maltempo, ha organizzato un servizio sostitutivo con autobus fra Catanzaro Lido e Crotone e nelle due stazioni è stato potenziato il servizio di assitenza alle persone.

Aggiornamento ore 8.15

L'impraticabilità della sede stradale non consente a Trenitalia di organizzare un servizio sostitutivo con autobus.

Prosegue il lavoro dei tecnici di RFI per la rimozione dei detriti e il ripristino della regolare circolazione ferroviaria.

Ore 6.40

Per la presenza di detriti lungo i binari, dovuta alle avverse condizioni meteo, la circolazione ferroviaria fra Sellia Marina e Simeri Crichi (linea Crotone - Catanzaro) è sospesa dalle 6.40.

Richiesti da Trenitalia autobus sostitutivi.

Sul posto sono presenti i tecnici di Rete Ferroviari Italiana per la verifica delle condizioni dell’infrastruttura e per il ripristino delle condizioni di sicurezza della circolazione ferroviaria.