FS NEWS >

Terzo Valico

Il Terzo-Valico dei Giovi, di collegamento tra il porto di Genova e la rete padana, costituisce lo sbocco sul Mediterraneo del Rhine-Alpine Corridor, uno dei corridoi principali della rete strategica transeuropea, che mette in collegamento tra loro regioni europee tra le più popolate e a maggior vocazione industriale. Tra i principali obiettivi della nuova infrastruttura: il trasferimento di quote consistenti del traffico merci dalla strada alla rotaia, con vantaggi per l'ambiente, la sicurezza e il sociale.

Il “Terzo Valico” rientra tra le opere strategiche di interesse nazionale. Per tali opere, la sorveglianza generale sull’esecuzione dei lavori e l’impatto sull’ambiente viene effettuata dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM) e dalle Regioni interessate dal tracciato, nello specifico Liguria e Piemonte, attraverso i seguenti organi: ● la Commissione Speciale di Verifica dell’Impatto Ambientale, ● l’Osservatorio Ambientale del Terzo Valico dei Giovi, ● le ARPA regionali.



tracciato terzo valico dei giovi


>> ingrandisci la mappa  


 >> vedi anche il sito dedicato


La nuova linea denominata “Terzo Valico dei Giovi” si sviluppa complessivamente per 53 km, di cui 37 km in galleria, e interessa 12 comuni delle province di Genova e di Alessandria e le regioni Liguria e Piemonte. Tramite l'interconnessione di Voltri e il Bivio Fegino sarà collegata, verso sud, con gli impianti ferroviari del nodo di Genova – per i quali sono in corso importanti lavori di adeguamento funzionale e di potenziamento – nonché con i bacini portuali di Voltri e del porto storico. 

A nord, dalla piana di Novi Ligure, il tracciato si collega alle linee esistenti Genova - Torino (per i flussi di traffico in direzione Torino e Novara - Sempione) ed alla linea Tortona – Piacenza (per il traffico in direzione Milano San Gottardo).

tratta AV/AC Terzo Valico - Profilo altimetrico

>>ingrandisci




In dettaglio la linea, partendo dal Nodo di Genova (bivio Fegino), si sviluppa quasi interamente in galleria (galleria di Valico e galleria Serravalle) fino alla Piana di Novi, ad eccezione di un breve tratto allo scoperto in corrispondenza di Libarna. 

La galleria di Valico, lunga circa 27 km, prevede quattro finestre di accesso intermedio, sia per motivi costruttivi, sia di sicurezza. In linea con i più avanzati standard di sicurezza, i tratti in galleria saranno in gran parte realizzati in due gallerie a semplice binario affiancate e unite tra loro da collegamenti trasversali in modo che ognuna possa servire da galleria di sicurezza per l’altra.

Dall’uscita della galleria di Serravalle la linea si sviluppa prevalentemente all’aperto fino ad imboccare la galleria di Pozzolo, all’uscita della quale la linea si sviluppa all’aperto fino all’innesto sulla linea esistente Pozzolo Formigaro – Tortona (itinerario per Milano); nella tratta allo scoperto tra Novi Ligure e Pozzolo Formigaro, è prevista la realizzazione del collegamento in galleria artificiale da e per Torino sull’attuale linea Genova-Torino.



La realizzazione dell’opera è stata suddivisa in 6 lotti costruttivi non funzionali.

I primi tre lotti sono in corso di realizzazione:

  • per il primo lotto sono in corso i lavori per gli interventi di viabilità che consentono di mitigare l’impatto dei cantieri (transito dei mezzi d’opera nel territorio interessato) e i lavori di scavo di due delle quattro “finestre” che consentono l’accesso alla lunga Galleria di Valico.
  • per il secondo lotto sono in corso i lavori che comprendono principalmente le rimanenti opere di viabilità e il completamento dello scavo delle “finestre”, nonché parte dello scavo della Galleria di Valico.
  • Il terzo lotto comprende principalmente la prosecuzione dello scavo della Galleria di Valico e lo scavo di entrambi i binari della galleria Serravalle.