WebInfoPoint Nodo di Palermo

Il Passante



Il passante del nodo di Palermo Il "Passante ferroviario di Palermo" si sviluppa a doppio binario elettrificato per circa 30 Km tra la Stazione di Palermo C.le - Palermo Brancaccio e la Stazione di Carini e collegherà la città di Palermo con l’aeroporto civile internazionale “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi, potenziando la mobilità urbana e decongestionando il traffico su gomma.

Il tracciato, realizzato parte in superficie e parte in sotterranea, si svilupperà prevalentemente in affiancamento a tratte a singolo binario elettrificato già esistenti.

I lavori per il potenziamento del nodo prevedono, inoltre, la realizzazione di 10 nuove fermate metropolitane: Roccella, Maredolce, Guadagna, Papireto, Lolli, Lazio, Belgio, EMS/La Malfa, Sferracavallo, Kennedy (Capaci).

Grazie ai nuovi interventi sarà possibile raggiungere da Palermo Centrale l’Aeroporto “Falcone - Borsellino” di Punta Raisi con un servizio metropolitano suburbano, percorrendo la linea interamente a doppio binario elettrificato.

La linea collegherà, inoltre, i numerosi centri urbani situati ad ovest di Palermo fra di loro e con il capoluogo regionale, ma anche i treni provenienti dai centri abitati posti ad Est potranno agevolmente transitare in direzione Trapani e collegarsi con l’Aeroporto.

I lavori di raddoppio sono stati suddivisi in tre Tratte: Tratta A: Palermo Centrale/Brancaccio - Notarbartolo; Tratta B: Notarbartolo - La Malfa; Tratta C: La Malfa - Carini

I lavori nelle tratte A e C, iniziati nel 2008, sono in avanzato stato di esecuzione, mentre i lavori della Tratta B sono iniziati a ottobre 2013. Le stazioni di Palermo Centrale e Palermo Brancaccio verranno attrezzate con un unico apparato ACC, i cui lavori sono in corso.




mappa lavori



L’intervento, che si sviluppa per 8,5 km complessivi, prevede il raddoppio del binario (per circa 6,5 Km) dalla Stazione di Palermo Centrale alla Stazione di Palermo Notarbartolo, sulla linea Palermo-Piraineto-Trapani-Punta Raisi, ed il raddoppio della bretella “Palermo Brancaccio-Bivio Oreto” di collegamento tra la linea, sulla Messina Trapani per circa 2 Km.

L’intervento di raddoppio, con tratti in variante e tratti in affiancamento alla linea esistente, comprende la ristrutturazione del piazzale della Stazioni di Palermo Centrale (con intervento di velocizzazione binari da 30 a 60 km/h), la ristrutturazione del piazzale della Stazione di Palermo Brancaccio (con realizzazione di un nuovo marciapiede e prolungamento del sottopasso esistente), l’interramento della Fermata Vespri (a doppio binario) e l’adeguamento della Stazione Orleans.

E' inoltre prevista la realizzazione di 5 nuove fermate:
Fermata Roccella sulla linea Messina-Palermo; Fermata Maredolce sulla bretella di collegamento tra Palermo Brancaccio e Bivio Oreto (linea Messina-Trapani);
Fermata Guadagna, Fermata Papireto e Fermata Lolli sulla tratta Palermo centrale Notarbartolo (linea Palermo-Trapani).


Tra le opere piu importanti di questa tratta, la galleria Vespri-Notarbartolo, lunga circa 3,5 Km per il binario pari e 3,2 Km per il binario dispari.

Questa galleria è costituita dalla sequenza di due tratte: una prima tratta Vespri-Orleans a singola canna con sede a doppio binario, che comprende le fermate interrate Vespri ed Orleans, ed una successiva tratta Orleans-Notarbartolo (in cui sono comprese le fermate Papireto e Giustizia), su due canne separate in cui il binario pari ha sede nella galleria esistente adeguata e il binario dispari sarà realizzato all’interno della galleria di nuova costruzione. Le due canne convergono all’interno di un’unica galleria artificiale poco prima dello sbocco nella stazione Notarbartolo.




mappa cantieri                    > clicca qui per ingrandire la mappa


Il raddoppio del binario della tratta B si sviluppa per circa 5 km: 2,1 km in galleria naturale a singolo binario, 1,2 km in galleria artificiale e 2 km in trincea. I lavori sono iniziati a ottobre 2013.

Nel primo tratto da Notarbartolo a Belgio (di 2,6 km) il progetto prevede una nuova galleria naturale profonda per ospitare la sede del binario dispari e l’adeguamento della galleria esistente come sede del futuro binario pari.
Da Belgio alla nuova fermata La Malfa (di circa 2,7 km) è incluso l’interramento in trincea della stazione San Lorenzo Colli con estensione dell’intervento (parte in trincea, parte in galleria artificiale) fino alla fermata Belgio.

È inoltre prevista la soppressione di 3 passaggi a livello con la realizzazione di nuova viabilità sostitutiva e la realizzazione di 2 nuove fermate (Belgio e Lazio) e l'adeguamento delle altre 3 esistenti (Notarbartolo, Francia e San Lorenzo Colli).



Il raddoppio di questa tratta, che interessa i territori comunali di Isola delle Femmine, Capaci e Carinisi, si svilippa per oltre 16 Km ed è compreso tra la futura fermata La Malfa e la stazione di Carini.

L’intervento di raddoppio si sviluppa prevalentemente in affiancamento alla linea esistente, per circa 11 km, con interramento dei binari all’interno di nuovi tratti in galleria, per circa 2,5 km.

E' prevista inoltre la realizzazione di 3 nuove Fermate (La Malfa, Sferracavallo e Kennedy), l’adeguamento delle 3 fermate esistenti (Cardillo, Tommaso Natale e Ciachea) e delle 2 stazioni esistenti (Isola delle Femmine e Carini) con la soppressione della Stazione di Capaci e l’eliminazione di 14 Passaggi a Livello.



Contestualmente ai lavori di realizzazione del raddoppio della linea è stata avviata l’esecuzione del nuovo apparato del tipo Computerizzato in stazione di Palermo Centrale - ACC, esteso agli attuali impianti della stazione di Palermo Brancaccio e del Posto di Movimento di Bivio Oreto.