La Politica Ambientale RFI

Parte costitutiva della "Politica Integrata per la Sicurezza di Rete Ferroviaria Italiana" è stata da ultimo aggiornata con CO 449/AD dell'11 maggio 2017

linea AV

In coerenza con quanto enunciato nella "Politica Integrata per la Sicurezza di Rete Ferroviaria Italiana" e in relazione alla propria missione sociale, RFI intende promuovere un approccio che garantisca l’equilibrio tra le esigenze sociali, ambientali ed economiche dei propri stakeholder. Pertanto, l’approccio che RFI persegue è focalizzato sulla continua attenzione alla prevenzione di danni ambientali e alle opportunità offerte da una gestione orientata alla tutela ambientale, favorendo, altresì, il processo di trasferimento della mobilità verso modalità più compatibili e sostenibili per l’ambiente.

Nell’ambito del SGA, RFI, per raggiungere gli obiettivi di lungo periodo definiti nella Politica
Integrata, si prefigge annualmente il miglioramento dei valori degli indicatori di seguito riportati:

a. consumi di energia;
b. emissioni in atmosfera di CO2;
c. rifiuti avviati a recupero/smaltimento;
d. prelievi idrici.


Inoltre, RFI adotta nei suoi processi azioni tese a:

- impiegare in maniera razionale le risorse naturali, sulla base della loro corretta valorizzazione
piuttosto che della loro disponibilità, promuovendo per quanto possibile l’utilizzo di fonti energetiche
rinnovabili;
- agire sulla impostazione e gestione di tutti i processi aziendali per ridurre gli impatti
sull’ambiente, prendendo in esame tutto il ciclo di vita dei sistemi;
- incrementare l’efficienza energetica e ridurre i consumi, attraverso lo sviluppo tecnologico e
l’adozione di coerenti comportamenti organizzativi;
- salvaguardare il territorio e la biodiversità, inserendo nei piani di sviluppo della rete non solo azioni di
ripristino e riqualificazione, ma anche opportunità di mantenimento dell’esistente;
- definire e applicare processi organizzativi, gestionali e di sviluppo delle risorse umane, a
supporto degli obiettivi strategici, che prevedano fra le competenze tecniche, economiche e
manageriali, tipiche del settore ferroviario, anche quelle afferenti alla sostenibilità ambientale;
- massimizzare la diffusione all’interno e all’esterno dell’organizzazione di una consapevolezza ambientale attraverso il consolidamento del SGA quale strumento prioritario per il processo decisionale su questioni aventi impatto sull’ambiente.