Mantova: presentato il piano di riqualificazione dell’area della stazione

Il progetto RFI (Gruppo FS Italiane) per migliorare l’accessibilità e la mobilità integrata con un polo di servizi connessi al viaggio

Mantova, 30 gennaio 2020

Un nuovo sottopasso pedonale per la stazione di Mantova e interventi di riqualificazione nelle aree antistanti la stazione, volti a migliorare il decoro, l’interscambio con il trasporto pubblico locale e l’accessibilità per pedoni, ciclisti e persone a ridotta mobilità.

Il progetto di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane) che migliorerà l’accessibilità alla stazione ferroviaria, trasformandola così in un efficace nodo di mobilità integrata e in un polo di servizi connessi al viaggio, è stato avviato la scorsa estate con la firma del Protocollo d’intesa tra il Sindaco Mattia Palazzi e il Direttore Stazioni di RFI Sara Venturoni. Il Sindaco e la Giunta di Mantova hanno presentato il Progetto Definitivo sviluppato in questi mesi da RFI, e attualmente in fase di completamento dell’iter di approvazione. Progetto che prevede, inoltre, nuove aree verdi, arredi urbani di pregio, nuova illuminazione, nuovi percorsi ciclo pedonali e aree di sosta per le biciclette.

L’investimento complessivo è di 2,2 milioni di euro, di cui 500mila euro a carico del Comune. Il progetto è stato candidato da RFI nell’ambito del programma europeo Connecting Europe Facility – CEF per beneficiare di uno specifico finanziamento, grazie agli elevati requisiti in termini di sostenibilità, vivibilità degli spazi urbani, offerta multimodale e accessibilità.

Il progetto di riassetto del sistema di accessibilità e di ridisegno delle aree esterne completa l’intervento di riqualificazione funzionale della stazione già realizzato da RFI, consentendo ai cittadini di godere di spazi attrezzati con nuovi servizi, pensati per le persone, con particolare attenzione alle utenze più fragili, ha sottolineato Sara Venturoni, Direttore Stazioni di RFI.  La collaborazione tra RFI e il Comune è fondamentale per garantire sia in fase progettuale, sia gestionale, un sistema di mobilità urbana ben integrato con il trasporto ferroviario, che vede una nuova centralità della stazione nella vita cittadina di ogni giorno. L’intermodalità privilegia la mobilità dolce e il trasporto pubblico locale, permettendo alla stazione di esprimere il proprio potenziale a supporto delle politiche di sviluppo urbano sostenibile”.

Un’opera che la città attendeva da sempre e che migliora l’accesso alla stazione, elimina code e riqualifica lo spazio urbano integrando la stazione alla città, ha invece evidenziato Mattia Palazzi, sindaco di Mantova. Dopo tanti anni, finalmente Comune ed RFI lavorano insieme.