Per i fornitori: on line le regole RFI in materia di omaggi e ospitalità


Gentile fornitore,

il rispetto dei valori e contenuti del Codice Etico è il presupposto essenziale per instaurare o proseguire ogni rapporto con RFI.

I contratti stipulati dalla nostra Società prevedono l’obbligo della controparte contrattuale di attenersi rigorosamente alle norme contenute nel Codice Etico, la cui violazione costituisce pertanto inadempimento delle obbligazioni contrattuali con ogni conseguenza di legge e di contratto.

Quanto, in particolare, a omaggi e ospitalità, si fa presente che sono consentiti solo se conformi alle disposizioni aziendali, di modico valore, attribuibili a normali relazioni di cortesia professionale/commerciale e, quindi, tali da non poter essere intesi come finalizzati a ottenere vantaggi dovuti o non dovuti.

In specie, la normativa in materia di ”Atti di Rappresentanza” emanata da RFI il 6 settembre 2019, prevede che possono essere accettate forme di ospitalità, connesse e strumentali all’attività aziendale, entro i limiti dei normali rapporti di cortesia istituzionale/commerciale e  nel rispetto degli usi e consuetudini locali; inoltre, possono essere accettati  omaggi  il cui valore effettivo di mercato, o comunemente percepito, non superi il limite dei 150,00 euro.

Viceversa, gli omaggi non attribuibili a normali relazioni di cortesia professionale/commerciale saranno rifiutati ovvero messi a disposizione dalla Società per finalità di assistenza o beneficenza.