FS NEWS >

Tutela dell'ambiente

particolare linea AV

In RFI la tutela dell’ambiente è gestita nell'ambito del Sistema Integrato di Gestione per la Sicurezza, il SIGS – certificato dal 2006 da ente terzo accreditato, per le Direzioni Territoriali Produzione (DTP) e per le Officine Nazionali,  in quanto conforme alla norma ISO 14001 relativa ai requisiti dei sistemi di gestione ambientale - di cui costituisce una delle tre componenti, insieme alla sicurezza della circolazione dei treni e alla sicurezza e salute dei lavoratori.

Nel quadro del più complessivo impegno per la sostenibilità di RFI orientato a massimizzare i vantaggi ambientali propri del trasporto su ferro e a valorizzare i territori attraversati dalla ferrovia, la tutela dell'ambiente è innanzitutto finalizzata a ridurre al minimo gli impatti negativi delle attività industriali sull’ambiente, quale primaria e concreta espressione della responsabilità d’impresa, anche oltre gli obblighi derivati dalla normativa.

Un impegno perseguito anche grazie alla capillare organizzazione della attività di tutela, che, seguendo l'articolazione della Società, attribuisce compiti e responsabilità in materia sia alle Direzioni Territoriali Produzione e alle Officine Nazionali (mezzi d’opera, armamento, apparecchiature elettriche) - le strutture aziendali più operativamente coinvolte nelle attività produttive "sul campo" di RFI,  sia  alle strutture della sede centrale quali quelle dedicate alla governace del SIGS, alla pianificazione strategica e alla comunicazione ambientale, al presidio della normativa di settore, l'energy management, la committenza degli investimenti, l'acquisto di beni e servizi, la progettazione e la pianificazione degli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e del rumore, la gestione delle controversie legali, il mobility management, la formazione del personale.

In particolare, accanto al referente SIGS, presente in tutte le unità produttive della Società, nelle unità locali coinvolte nella gestione di problematiche ambientali è presente uno specialista ambientale che svolge funzioni di natura preparatoria, istruttoria, di raccolta ed elaborazione dati e di assistenza all’espletamento dei compiti attribuiti in materia sia al responsabile della stessa Unità locale, sia al personale con responsabilità specifiche nel settore. 

Lo specialista ambientale svolge anche funzioni di supporto tecnico/operativo per la gestione di tutti gli aspetti ambientali di pertinenza della sua Unità quali ad esempio quelli relativi ai rifiuti, agli scarichi idrici, alle problematiche connesse con il rumore derivante dalle attività di manutenzione della linea, ai prelievi idrici, alle emissioni in atmosfera connesse alla presenza di impianti termici, all’impiego di sostanze pericolose per le lavorazioni, all’utilizzo di diserbanti lungo la linea ferroviaria per il contenimento della vegetazione infestante, ecc;

Tutti aspetti la cui gestione viene tenuta sotto controllo secondo le procedure del  SIGS che, oltre a definirne i criteri operativi, prevedono audit interni e verifiche di conformità legislativa periodiche orientate ad individuare eventuali non conformità da gestire con azioni correttive e/o preventive o progetti di miglioramento.

E tutti aspetti la cui significatività ambientale è analizzata singolarmente per ciascuna unità produttiva di RFI, sia centrale che locale, nell’ambito dei DVS – Documenti di Valutazione della Significatività, annualmente aggiornati – redatti nell’ambito del processo che entro il 2016 consentirà ad RFI di estendere a tutta l’Azienda la certificazione ISO 14001 relativa ai requisiti dei Sistemi di Gestione Ambientale.

Questo tipo di organizzazione, capillarmente inserita nei contesti di lavoro della Società, oltre ad assicurare la corretta gestione delle variabili ambientali in conformità ai disposti normativi, al sistema di gestione interno e alla politica ambientale societaria, consente, a tutti i livelli,  di mantenere costante il confronto e la collaborazione con i principali stakeholders di RFI, a partire dagli enti di governo dell’ambiente e del territorio, di promuovere il coordinamento in materia con le altre Società del Gruppo così come la consapevolezza ambientale tanto del personale di RFI quanto dei suoi fornitori e di favorire il dialogo con le associazioni e gli organismi di rappresentanza dei viaggiatori e della collettività

Sono infatti questi ultimi i destinatari finali dell’impegno ambientale della Società che, con progetti ecocompatibili di sviluppo e potenziamento della rete,  va oltre il concetto di tutela dell’ambiente per indirizzarsi verso più ampi obiettivi di sostenibilità ambientale e sociale dell’infrastruttura ferroviaria e del sistema dei trasporti.