Al primo posto tra le attività di comunicazione di RFI, l’informazione al pubblico sull’orario ferroviario e sull’andamento dei treni diffusa in primo luogo nelle stazioni. E, con sempre maggiore attenzione, anche sui canali web e digitali, già protagonisti nel rapporto informativo del Gestore dell’Infrastruttura con i viaggiatori, le Imprese Ferroviarie, i fornitori, la collettività

Strettamente connessa con l’esercizio della rete, l’informazione al pubblico nelle stazioni vede un crescente investimento di RFI in risorse e professionalità sia sotto il profilo tecnologico e strumentale, sia sotto il profilo organizzativo e delle strategie di comunicazione. 

Sul fronte tecnologico, tra le molte misure migliorative messe in campo per elevare secondo uno standard omogeneo qualità e modalità dell’informazione al pubblico, RFI sta progressivamente implementando su tutta la rete un sistema tecnologico d’avanguardia, il sistema IeC (Informazione e Comunicazione) che, mutuando i modelli di gestione della circolazione, prevede che tutte le informazioni relative ad uno stesso treno vengano distribuite nello stesso momento da un “posto centrale” verso tutte le stazioni ad esso collegate, riducendo sia la catena degli operatori coinvolti nel processo di trattamento e diffusione dei dati sia la quantità di operazioni da compiere manualmente. Con il nuovo sistema l’operatore ha più spazio per aggiungere valore all’informazione già disponibile in automatico, ad esempio integrandola – in caso di ritardi o soppressioni - con le notizie sulle eventuali alternative di viaggio, da visualizzare sui monitor accanto agli altri dati laddove finora potevano essere veicolate solo con gli  annunci sonori. Ad oggi sono già più di 350 gli impianti sulla rete migrati verso il nuovo sistema IeC.

Accanto allo sviluppo di sistemi ICT sempre più avanzati, in grado di innalzare tempestività e precisione dell’informazione, la Società è costantemente impegnata a migliorare gli strumenti e le modalità di presentazione dei messaggi sonori e visivi per renderli più chiari, efficaci e fruibili. In questa direzione ci si è mossi già dal 2004 con la 1^ edizione del Manuale degli Annunci Sonori (MAS) elaborata insieme al Dipartimento di Linguistica dell’Università La Sapienza di Roma. Nel 2020 partirà un progetto per l’emissione della sua 4^ edizione con l’impegno di migliorare l’efficacia delle informazioni, semplificare il linguaggio utilizzato e renderlo più dinamico e capace di «raccontare», in caso di criticità, l’evoluzione degli eventi.

Stesso sforzo è applicato anche all’innalzamento della qualità dell’informazione visiva in stazione. Oltre al rinnovamento dei monitor e delle altre periferiche di visualizzazione in corso a livello nazionale, sono in adozione misure tarate su dimensioni e caratteristiche delle diverse stazioni. Rientra tra queste la sperimentazione, nelle stazioni di Roma Termini, Milano Centrale e Torino Porta Nuova, di una configurazione specifica di alcuni dispositivi visivi che consente, su comando dell’operatore, la visualizzazione della lista dei treni in partenza su due pagine alternate aumentando così il numero di treni visualizzati sul dispositivo, particolarmente utile in situazioni di criticità della circolazione.

Ma le attività di informazione di RFI non si esauriscono nell’ambito delle stazioni e dei tradizionali canali di comunicazione. Notizie sempre aggiornate sulle condizioni della circolazione e sui servizi offerti ai viaggiatori sono diffuse on line anche tramite il sito internet societario www.rfi.it destinato nel 2020 ad essere completamente rinnovato.  L’obiettivo è di rendere ancora più ricca e funzionale l’offerta informativa on line di RFI, nel segno della trasparenza e della partecipazione, a servizio dei viaggiatori così come di tutti li altri stakeholder di riferimento della Società, dalle Imprese Ferroviarie, ai fornitori, alle collettività locali e le istituzioni.

Il nostro impegno

L’impegno di RFI nell’informazione al pubblico è presentato nella Carta dei Servizi in relazione all’attività più specificamente legata al core business del Gestore dell’infrastruttura: l’informazione ai viaggiatori sulla circolazione dei treni diffusa in primis nelle stazioni. Erogata da RFI tramite strumentazioni visive e/o sonore dimensionate sulle specificità delle diverse stazioni, della grandezza, della frequentazione, del tipo di servizi in esse offerti dalle Imprese Ferroviarie, l’informazione al pubblico svolge sempre un ruolo centrale nella fruibilità dei servizi ferroviari da parte dei viaggiatori, in particolare in caso di criticità nella circolazione per cause quali maltempo, guasti, ecc.

Intrinsecamente collegata alle tecnologie intelligenti in grado di “tradurre” in messaggi sonori e/o visivi i dati recepiti dai sistemi di controllo della circolazione di cui è dotata la rete, l’informazione ai viaggiatori deve la sua accuratezza e tempestività all’implementazione di sistemi tecnologici e strumenti sempre più evoluti in parallelo con più efficaci modalità sia di gestione che di presentazione dei dati da diffondere. 

Raggiunto l’obiettivo di rendere accessibile anche via internet l’informazione visiva veicolata in stazione con la pubblicazione su www.rfi.it del nuovo servizio  Monitor Arrivi/Partenze live, come di consueto la Carta dei Servizi assume anche quest’anno gli obiettivi relativi alla qualità dell’informazione fornita in stazione sia in condizione di traffico normale che in condizioni di criticità della circolazione; per entrambi mantiene i target ampliamente conseguiti nel 2019 con risultati in crescita, soprattutto per l’informazione in condizioni di criticità, a conferma dell’efficacia delle azioni migliorative in corso di attuazione.

Indicatore Parametro Obiettivo 2020
Percezione dell’informazione nel complesso % di persone soddisfatte 90%
Percezione dell’informazione in condizioni di criticità nella circolazione % di persone soddisfatte 85%