A A A

progetto: Foster &Arup

La nuova stazione, in realizzazione, prevista nell’area di Belfiore è stata pensata per alleggerire la pressione su Santa Maria Novella e intensificare i collegamenti veloci di Firenze: una spinta alla mobilità, per rendere ancora più facile da raggiungere e più attrattiva la città.

La stazione è destinata a diventare il principale nodo di interscambio cittadino e regionale, ospitando  i treni veloci che corrono tra Milano e Roma (più di 80 al giorno), e divenendo primo esempio in Italia di hub integrato per treni, bus (extraurbani e turistici), tram e auto: una struttura innovativa di interscambio ferro-gomma,  che sarà collegata alla stazione di Santa Maria Novella e al centro storico di Firenze da una nuova linea tranviaria e dai treni metropolitani di superficie.

Il progetto avrà una “distribuzione verticale”: lo spazio interno è aperto a tutta altezza rendendo visibili i treni fin dalla superficie. Scale mobili e tapis roulant inclinati, attraverso percorsi segnati da diverse gradazioni di luce naturale e artificiale, collegano il piano del ferro (25 metri sotto il livello stradale) al piano terra, dove sono concentrati tutti i servizi di stazione e alle uscite verso i terminal degli autobus, la fermata del tram, i taxi, i parcheggi e le banchine dei treni regionali.