A A A

In ottemperanza a quanto previsto dalla Delibera n. 106 del 25 ottobre 2018 dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, RFI si impegna a riconoscere un indennizzo ai viaggiatori con disabilità e a mobilità ridotta che utilizzano servizi di trasporto sottoposti ad obbligo di servizio pubblico (OSP) nel caso in cui, in presenza di ascensori non funzionanti nelle stazioni gestite da RFI o dalla controllata GS Rail, non siano rispettati i tempi di ripristino comunicati o rettificati dal gestore della stazione.

Per richiedere l’indennizzo il viaggiatore con disabilità o a ridotta mobilità deve rivolgersi all’impresa ferroviaria attraverso i canali di reclamo da quest’ultima messi a disposizione presentando il relativo titolo di viaggio (biglietto vidimato o abbonamento) e fornendo tutte le informazioni utili alla valutazione della richiesta di indennizzo.

Nel caso in cui il viaggiatore abbia acquistato un biglietto integrato che comprenda anche l’utilizzo di servizi di trasporto non soggetti ad oneri di servizio pubblico, l’indennizzo sarà calcolato prendendo a riferimento il costo del biglietto limitato alla sola tratta interessata ai servizi OSP.

Entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta all’impresa ferroviaria, il viaggiatore riceverà comunicazione dell’esito della richiesta e, nel caso in cui venga accolta, le modalità e le tempistiche di erogazione dell’indennizzo.

Trascorsi 30 giorni senza aver ricevuto risposta, o nel caso la risposta non sia ritenuta soddisfacente, il viaggiatore può rivolgersi all’Autorità di Regolazione dei Trasporti (per informazioni: www.autorita-trasporti.it).

L’indennizzo viene calcolato secondo i criteri riportati nella tabella qui sotto, elaborati prendendo a riferimento i parametri indicati dall’Autorità di Regolazione dei Trasporti.

CRITERI DI CALCOLO DELL'INDENNIZZO

Parametro A 


ritardo nel ripristino della disponibilità dell’ascensore rispetto ai tempi comunicati/rettificati da RFI

Parametro B 

distanza da percorrere con il treno per raggiungere la prima stazione accessibile e funzionale al viaggio programmato dal viaggiatore

Parametro C 

assenza di un mezzo di trasporto pubblico locale alternativo, accessibile ed economicamente equivalente al treno, per raggiungere la stazione di destinazione del viaggio programmato

> 48

25% del costo del biglietto

0 - 10 km

25% del costo del biglietto per la 1^ stazione accessibile

In caso di assenza di alternative di viaggio – da dimostrare a carico del viaggiatore – è riconosciuto un rimborso forfettario pari ad €15,00

< 48

50% del costo del biglietto

>  10 km

25% del costo del biglietto per la 1^ stazione accessibile

►L’ammontare dell’indennizzo è dato dalla somma del valore calcolato per ciascuno dei tre parametri (A+B+C)

► I criteri di calcolo sono definiti secondo principi di ragionevolezza, proporzionalità e gradualità