A A A

In qualità di Gestore dell’infrastruttura, contribuiamo alla creazione di uno spazio ferroviario unico europeo mediante la realizzazione di progetti di potenziamento della rete rispettosi di norme tecniche e di sicurezza armonizzate a livello comunitario, essenziali per conseguire l'interoperabilità dei diversi sistemi ferroviari nazionali.

Partecipiamo a tutti i livelli (decisionali, gestionali e operativi) ad attività di cooperazione con gli altri gestori europei, in particolare lungo i corridoi merci ed i corridoi multimodali della rete TEN-T, per rafforzare la competitività della ferrovia rispetto alle altre modalità di trasporto e ponendo le basi per conseguire gli obiettivi europei di sostenibilità e di ripartizione modale al 2030 e 2050 stabiliti dal Libro Bianco 2011.

La creazione di uno spazio ferroviario unico europeo richiede un grande impegno da parte dei gestori infrastrutturali per garantire la realizzazione di un mercato ferroviario contendibile e una rete interoperabile e performante. Il processo di liberalizzazione del settore ferroviario, iniziato nel 2001, si è realizzato nell’arco degli ultimi venti anni attraverso 4 pacchetti ferroviari e si completerà con l'orario di servizio 2021 con la piena apertura in Europa del trasporto passeggeri e merci nazionale ed internazionale.

L’interoperabilità delle reti ferroviarie nazionali è pianificata al 2030 sulle linee appartenenti alla cosiddetta rete Core europea TEN-T mediante la piena implementazione degli standard prestazionali, tecnici e di sicurezza armonizzati a livello europeo. Garantiamo un attento e continuo presidio di tutte le attività internazionali finalizzate ad aumentare la competitività del trasporto ferroviario nel rispetto della normativa comunitaria e nel quadro di costruttivi rapporti di collaborazione con gli altri gestori infrastrutturali europei su base bilaterale e multilaterale volti alla condivisione di processi e di sistemi IT.






Top stories

News

15 gennaio 2020 News
GEIE RFC 5 – Avviso di indagine di mercato per lanciare una procedura di affidamento per la realizzazione di uno Studio di Capacità

Il GEIE RFC 5 (Gruppo europeo di interesse economico del Corridoio Merci Baltico-Adriatico) con sede in Italia e di cui RFI è socia paritaria insieme ad altri cinque Gestori dell’Infrastruttura europei (di Austria, Slovenia, Polonia, Repubblica Ceca e Slovacchia), annuncia l’intenzione di lanciare una procedura di affidamento per la realizzazione di uno Studio di Capacità A tale scopo, Il GEIE ha...

18 febbraio 2019 News
Nuova sede per il Corridoio Merci Baltico Adriatico

Nella  nuova  sede  di  Venezia Mestre, il  Corridoio Merci Baltico Adriatico ha organizzato, lo scorso 12 febbraio, la  prima Assemblea Generale del 2019 del  GEIE  cui hanno partecipato i rappresentanti dei  Gestori Infrastruttura di  Italia, Austria, Slovenia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca e  Polonia. I nuovi uffici  accoglieranno per il prossimo triennio le attività del Team del Corrid...