A A A

Fondamentale per la fruibilità dei servizi ferroviari da parte dei viaggiatori, l'informazione al pubblico sull’orario ferroviario e sull’andamento dei treni diffusa in primo luogo nelle stazioni è oggetto di costanti interventi di miglioramento, sia sotto il profilo tecnologico che organizzativo e delle strategie di comunicazione.  Sul web con offriamo informazioni  sempre aggiornate sulla circolazione con Infomobilità, sui treni in arrivo e partenza stazione per stazione con Monitor A/P live e sull'orario programmato con Quadri Orario on line 

L'informazione al pubblico nelle stazioni è uno degli ambiti di attività in cui RFI impegna importanti risorse e professionalità per innalzare la qualità del servizio sia sotto il profilo tecnologico e strumentale, con il miglioramento continuo delle tecnologie “intelligenti” in grado di tradurre in informazioni sonore e visive i dati recepiti dai sistemi di controllo della circolazione, sia sotto il profilo organizzativo e delle strategie di comunicazione, con l’adozione di nuovi modelli di gestione dei flussi dei dati da diffondere e di più dirette ed efficaci modalità di presentazione delle informazioni.

Nelle stazioni l'informazione al pubblico è di due tipi:

● quella di tipo fisso, relativa all’ orientamento in stazione e alle indicazioni per la sicurezza nonché  all’orario dei treni programmato, è veicolata, rispettivamente, attraverso la segnaletica e i quadri orari murali con l’indicazione per fascia oraria dei treni in arrivo e partenza


● quella di tipo variabile, in tempo reale, relativa all'effettivo orario e binario di arrivo e partenza dei treni nonché alla comunicazione di eventuali anormalità di circolazione (ritardi, soppressioni, scioperi, ecc), veicolata da canali sonori e visivi tramite dispositivi audio, monitor e tabelloni a led, indicatori di carrozza.

La scelta dei diversi mezzi e canali da utilizzare nei diversi casi è operata in base alle caratteristiche della stazione in termini di frequentazione, struttura del fabbricato, tipologia e quantità del traffico e dei servizi offerti.

Tra le molte misure migliorative messe in campo per elevare secondo uno standard omogeneo qualità e modalità dell’informazione al pubblico, stiamo progressivamente implementando su tutta la rete un sistema tecnologico d’avanguardia, il sistema IeC (Informazione e Comunicazione) che, mutuando i modelli di gestione della circolazione, prevede che tutte le informazioni relative ad uno stesso treno vengano distribuite nello stesso momento da un “posto centrale” verso tutte le stazioni ad esso collegate, riducendo sia la catena degli operatori coinvolti nel processo di trattamento e diffusione dei dati sia la quantità di operazioni da compiere manualmente. Con il nuovo sistema l’operatore ha più spazio per aggiungere valore all’informazione già disponibile in automatico, ad esempio integrandola – in caso di ritardi o soppressioni - con le notizie sulle eventuali alternative di viaggio, da visualizzare sui monitor accanto agli altri dati laddove finora potevano essere veicolate solo con gli annunci sonori.

Accanto allo sviluppo di sistemi ICT sempre più avanzati, in grado di innalzare tempestività e precisione dell’informazione, siamo costantemente impegnati a migliorare gli strumenti e le modalità di presentazione dei messaggi sonori per renderli più chiari, efficaci e fruibili. In questa direzione ci si è mossi già dal 2004 con la 1^ edizione del Manuale degli Annunci Sonori (MAS) elaborata insieme al Dipartimento di Linguistica dell’Università La Sapienza di Roma, ormai alla sua 3^ edizione  sulla cui base vengono costruiti sia gli annunci automatici, generati dai dati di circolazione “catturati” lungo le linee, sia i messaggi diffusi per tramite degli operatori.

Stesso sforzo è applicato anche all’innalzamento della qualità dell’informazione visiva in stazione. Oltre al rinnovamento dei monitor e delle altre periferiche di visualizzazione in corso a livello nazionale, sono in adozione misure tarate su dimensioni e caratteristiche delle diverse stazioni. Tra le più recenti: nelle stazioni di area metropolitana con servizi del trasporto pubblico locale (TPL), l’installazione lungo i binari di indicatori di posizione delle carrozze, analoghi a quelli in uso per i treni AV, mirati a facilitare e accelerare la salita a bordo; ancora per i viaggiatori del TPL, l’offerta di informazioni su alternative di viaggio in caso di ritardo del treno atteso; per le maggiori stazioni, il posizionamento di grandi monitor in grado di amplificare la visibilità dei messaggi sugli arrivi e le partenze; per le stazioni su cui convergono più modalità di trasporto, indicazioni fisse e variabili per facilitare l’interscambio tra i vari mezzi.

Treno cancellato? Ritardo prolungato? Difficoltà con l’acquisto del biglietto? Problemi con l'accessibilità ai treni e alle stazioni?

Chiarezza, semplicità e tempestività: sono le tre parole chiave dell'informazione al pubblico nelle stazioni di RFI