A A A

Abbiamo un vasto patrimonio immobiliare che negli anni, anche grazie alle innovazioni tecnologiche, è diventato non più funzionale all’esercizio ferroviario. Alcuni di questi asset vengono messi in vendita e altri messi a disposizione del mercato commerciale, sempre secondo i principi di equità, non discriminazione e trasparenza

Per i beni non più strumentali all’attività ferroviaria, abbiamo attivato un piano di dismissioni, come alloggi, stazioni dismesse, magazzini, case cantoniere e linee dismesse.

Tutti i beni in dismissione vengono proposti in vendita mediante gare a evidenza pubblica. Per tutte le attività tecniche, catastali, di assistenza e supporto necessarie, ci avvaliamo delle prestazioni offerte dalla società Ferservizi del Gruppo FS.

Palazzo Ferrovie dello Stato (Trieste)

Parallelamente all’impegno delle Società di scopo, Grandi Stazioni Retail ed Altagares, per la valorizzazione delle 14 grandi stazioni e di 5 medie (Napoli Afragola, Milano Porta Garibaldi, Roma Ostiense, Padova e Torino Porta Susa), abbiamo creato una struttura aziendale dedicata alla valorizzazione dell’ulteriore grande patrimonio immobiliare nella disponibilità di RFI.

Sono infatti oltre 2.000 le stazioni medio piccole, che fanno parte di un patrimonio architettonico e culturale di primaria importanza, posto al centro di paesi e città con un grande potenziale di sviluppo, sia commerciale che sociale.

Gli spazi interni di queste stazioni verranno via via posti sul mercato tramite gare ad evidenza pubblica, non solo allo scopo di produrre reddito per l’Azienda, ma anche con l’obiettivo di creare valore sociale per la comunità.

Stazione di Montello - Gorlago (BG)

Per l'utilizzo di spazi a fini sociali da parte di enti senza fini di lucro vai alla pagina dedicata nella sezione Stazioni