A A A

In ottemperanza alle norme attinenti il trasporto ferroviario: 
 

  • Legge 23 dicembre 1978, n. 833: Istituzione del Servizio Sanitario Nazionale. 

  • DPR 11 luglio 1980, n.753: Nuove norme in materia di polizia, sicurezza e regolarità dell'esercizio delle ferrovie e di altri servizi di trasporto.

  • Legge 17 maggio 1985, n. 210: Istituzione dell'Ente Ferrovie dello Stato.

  • DM 28 gennaio 1981, n.206 del Ministero dei Trasporti: “norme relative alle visite mediche per l’ammissione in servizio, la revisione, l’abilitazione od assegnazione a nuove funzioni o profili professionali con annessa tabella dei requisiti fisici speciali”.

  • DM 19 settembre 1986 n. 158/T del Ministero dei Trasporti, che approva deliberazione n. 273 del Consiglio di Amministrazione del 16 luglio 1986: Adozione del Regolamento concernente i criteri e le modalità per l'accertamento ed il controllo dell'idoneità fisica e psico-attitudinale dei candidati all'assunzione e dei ferrovieri in servizio, da parte del Servizio Sanitario aziendale.

  • Sentenza della Corte Costituzionale n.176 del 27-31/05/1996

  • Disposizione del Gestore dell’Infrastruttura n. 55 del 28/11/2006: “Norme relative alle visite mediche per l’assunzione e la revisione del personale utilizzato in attività connesse con la sicurezza della circolazione dei treni e dell’esercizio ferroviario”. 

  • DM n. 138-T del 31/10/2000, atto di concessione per la gestione dell’Infrastruttura Ferroviaria nazionale.

  • D.L.gvo n.112 del 31/03/98 (conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti Locali, in attuazione del capo I° della legge 15/03/97 n.59),

  • Decreto Legislativo 19 giugno 1999, n. 229 "Norme per la razionalizzazione del Servizio sanitario nazionale, a norma dell'articolo 1 della legge 30 novembre 1998, n. 419". 

  • Decreto 6 aprile 2009 n.1 dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF) 

  • DECRETO LEGISLATIVO 30 dicembre 2010 , n. 247 - Attuazione della direttiva 2007/59/CE relativa alla certificazione dei macchinisti addetti alla guida di locomotori e treni sul sistema ferroviario della Comunità.

  • Decreto n.4/2012 dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza delle Ferrovie (ANSF), emanato con nota prot. ANSF 06401/12 del 09/08/2012, allegato C “ norme per la qualificazione del personale impiegato in attività di sicurezza della circolazione ferroviaria”

  • Regolamento (UE) 2015/995 della Commissione del 08/06/2015 recante modifica della decisione 2012/757/UE relativa alla specifica tecnica di interoperabilità concernente il sottosistema “esercizio e gestione del traffico” del sistema ferroviario dell’Unione Europea

  • Nota ANSF prot. 000196/2017 del 10/01/2017 inerente ”attuazione dei punti 4.6 e 4.7 della Specifica Tecnica di Interoperabilità Esercizio e Gestione del traffico emanata in allegato alla decisione 2012/757/UE e modificata dal Regolamento (UE) 2015/995 della Commissione dell’8 giugno 2015. Adozione dei principi introdotti dalla Specifica Tecnica di Interoperabilità Esercizio anche nelle norme nazionali”

  • Decreto Legge 28 settembre 2018, n. 109 “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze” inerente anche l’istituzione a decorrere dal 1° gennaio 2019 dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (ANSFISA) e la soppressione dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (ANSF)

In ottemperanza alle norme attinenti i pubblici servizi di trasporto stradali:

  • DM n. 88 del 23/02/99, regolamento recante norme concernenti l'accertamento ed il controllo dell'idoneità fisica e psico-attitudinale del personale addetto ai pubblici servizi di trasporto ai sensi dell'art.9, commi 3 e 4, del Decreto del Presidente della Repubblica 11/07/1980 n.753

  • DM 15 gennaio 2001, n. 19, Modifiche al regolamento recante norme concernenti l'accertamento ed il controllo dell'idoneità fisica e psico-attitudinale del personale addetto ai pubblici servizi di trasporto, ai sensi dell'articolo 9, commi 3 e 4, del decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 753 

  • Decreto del Ministro dei Trasporti del 10 luglio 2006, Aggiornamento delle norme concernenti l'accertamento ed il controllo dell'idoneità fisica e psico-attitudinale del personale addetto ai pubblici servizi di trasporto, ai sensi dell'articolo 9, commi 3 e 4, del decreto del Presidente della Repubblica 11 luglio 1980, n. 753.

In ottemperanza alle norme attinenti i pubblici servizi di trasporto sulle acque interne:
 

  • DPR 332 del 19/01/1957 “norme relative agli accertamenti sanitari per l’iscrizione nelle matricole del personale navigante della navigazione interna e per il conseguimento dei rispettivi titoli professionali”. 

  • DPR 545 del 18/12/1999 “regolamento recante norme di attuazione della direttiva 96/50/CE relativa all’armonizzazione dei requisiti per il conseguimento dei certificati nazionali di conduzione di navi per il trasporto di merci e di persone nella Comunità, nel settore della navigazione interna”.

In ottemperanza alle norme attinenti la guida di auto e motoveicoli e alla condotta di mezzi per la navigazione da diporto ad uso privato:

  • Decreto Legislativo 30 aprile 1992 n.285 e s.m.i. “Nuovo Codice della Strada”.
  • Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n.495 “Regolamento di esecuzione ed attuazione del nuovo codice della strada”
  • Decreto legislativo 18 aprile 2011, n.59 “Attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida”
  • Legge 29 luglio 2010 n.120 “Disposizioni in materia di sicurezza stradale”.
  • Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 29 luglio 2008 n.146 “Regolamento di attuazione dell’articolo 65 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n.171, recante il codice della nautica da diporto”. 
  • Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti 20 agosto n.182 “Regolamento di modifica ai requisiti visivi per il conseguimento o la convalida della patente nautica, previsti dall’Allegato I, paragrafo 3, del Decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti 29 luglio 2008, n. 146, recante il regolamento di attuazione dell’art. 65 del decreto legislativo 18 luglio 2005, n.171, concernente il codice della nautica da diporto”;
  • Decreto del Presidente della Repubblica del 28 marzo 2019, n.54 “Regolamento recante modifica dell’articolo 331 del Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n.495, concernente i certificati medici attestanti l’idoneità psicofisica dei conducenti di veicoli a motore”; 
  • Decreto 2 dicembre 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: “Dematerializzazione del certificato medico attestante l’idoneità psicofisica dei conducenti di veicoli a motore”; 
  • Circolare prot.n.38535/23.3.5 del 11 dicembre 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti; 
  • Circolare prot.n.39057/23.3.5 del 20 dicembre 2019 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Circolare prot.n.6942/23.3.5 del 27 febbraio 2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Circolare prot. n. 0011760 del 27 aprile 2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • Circolare prot. n.0019948 del 21 luglio 2020 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Elenco delle norme di riferimento per l’elaborazione dei giudizi di idoneità psico-fisica espressi dalla Direzione Sanità RFI S.p.A. di cui all’Informativa per gli accertamenti sanitari.

In ottemperanza alle norme attinenti alla Salute e sicurezza sui luoghi di lavoro:

  • Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81: (Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106) Attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.
  • Decreto Ministero della Salute 6 agosto 2013: Modifica del Decreto 9 luglio 2012 recante Contenuti e modalità di trasmissione di dati aggregati sanitari e di rischio dei lavoratori ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs 81/08 in materia di salute e sicurezza dei luoghi di lavoro.
  • Decreto Legislativo 2 febbraio 2002 n. 25: Protezione da agenti chimici.
  • Decreto Legislativo 25 febbraio 2000 n. 66: Attuazione delle direttive 97/42/CE e 1999/38/CE, che modificano la direttiva 90/394/CEE, in materia di protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da esposizione ad agenti cancerogeni o mutageni durante il lavoro.

  • Decreto Legislativo 19 marzo 1996 n. 242: Modifiche ed integrazioni al decreto legislativo 626/94 recante attuazione di direttive comunitarie riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro.

  • Decreto Legislativo 19 settembre 1994 n. 626: Attuazione delle direttive 89/391/CEE, 89/654/CEE, 89/655/CEE, 89/656/CEE, 90/269/CEE, 90/270/CEE, 90/394/CEE e 90/679/CEE riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro.

  • Decreto Legislativo 15 agosto 1991 n. 277: Attuazione delle direttive n. 80/1107/CEE, n. 82/605/CEE, n. 83/477/CEE, n. 86/188/CEE e n. 88/642/CEE in materia di protezione dei lavoratori contro rischi derivanti da esposizione ad agenti chimici, fisici e biologici durante il lavoro, a norma dell'art.7 della legge n. 212/90.

  • Decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile 1955 n. 547: Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

In ottemperanza alle norme attinenti alla Tutela della maternità: 

  • Decreto Legislativo 26 marzo 2001 n. 151: Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternita' e della paternita', a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53.

  • Legge 8 marzo 2000 n. 53: Disposizioni per il sostegno della maternità e della paternità, per il diritto alla cura e alla formazione e per il coordinamento dei tempi delle città

In ottemperanza alle norme attinenti alla Sostanze pericolose (classificazione, imballaggio ed etichettatura):

  • Regolamento (CE) N. 1907/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 dicembre 2006 concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce un'agenzia europea per le sostanze chimiche, che modifica la direttiva 1999/45/CE e che abroga il regolamento (CEE) n. 793/93 del Consiglio e il regolamento (CE) n. 1488/94 della Commissione, nonché la direttiva 76/769/CEE del Consiglio e le direttive della Commissione 91/155/CEE, 93/67/CEE, 93/105/CE e 2000/21/CE

  • Decreto Legislativo 14 marzo 2003 n. 65: Attuazione delle direttive 1999/45/CE e 2001/60/CE relative alla classificazione, all'imballaggio e all'etichettatura dei preparati pericolosi.

  • Decreto Legislativo 16 luglio 1998 n. 285: Attuazione di direttive comunitarie in materia di classificazione, imballaggio ed etichettatura dei preparati pericolosi, a norma dell'articolo 38 della legge 24 aprile 1998, n.128.

  • Decreto Legislativo 25 febbraio 1998 n. 90: Modifiche al decreto legislativo 3 febbraio 1997, n. 52, recante attuazione della direttiva 92/32/CEE concernente classificazione, imballaggio ed etichettatura delle sostanze pericolose.

  • Decreto Legislativo 3 febbraio 1997 n. 52: Attuazione della direttiva 92/32 CEE concernente classificazione, imballaggio ed etichettatura delle sostanze pericolose. 

In ottemperanza alle norme attinenti al Primo soccorso:

  • Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81: (Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106) Attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutele della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

  • Decreto Ministeriale 15 luglio 2003 n. 388: Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell'articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni.

  • Decreto Ministeriale 24 gennaio 2011 n. 19 MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI: Regolamento sulle modalità di applicazione in ambito ferroviario, del decreto 15 luglio 2003, n. 388, ai sensi dell'articolo 45, comma 3, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

  • Decreto Ministeriale 18 marzo 2011 MINISTERO DELLA SALUTE: Determinazione dei criteri e delle modalità di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all’art 2 c. 46 della legge 191/2009.

In ottemperanza alle norme attinenti alle Sostanze alcoliche e stupefacenti:

  • Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81: (Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106) Attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutele della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

  • D.P.R. 9 ottobre 1990 n. 309: Testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza.

  • Legge 30 marzo 2001 n. 125: Legge quadro in materia di alco e di problemi alcol correlati.

  • Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano; Provvedimento 16 marzo 2006: Intesa in materia di individuazione delle attività lavorative che comportano un elevato rischio di infortuni sul lavoro ovvero per la sicurezza, l'incolumità o la salute dei terzi, ai fini del divieto di assunzione e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche, ai sensi dell'articolo 15 della legge 30 marzo 2001, n. 125. Intesa ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131.

  • Conferenza Unificata Provvedimento 30 Ottobre 2007: Intesa, ai sensi dell'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, in materia di accertamento di assenza di tossicodipendenza”. 

  • Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano. Provvedimento 18 settembre 2008: Accordo, ai sensi dell'articolo 8, comma 2 dell'Intesa in materia di accertamento di assenza di tossicodipendenza, perfezionata nella seduta della Conferenza Unificata del 30 ottobre 2007 (Rep. Atti n. 99/CU), sul documento recante «Procedure per gli accertamenti sanitari di assenza di tossicodipendenza o di assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope in lavoratori addetti a mansioni che comportano particolari rischi per la sicurezza, l'incolumità e la salute di terzi».
     

In ottemperanza alle norme attinenti alla Cessazione Amianto: 

>> Normativa Europea 

  • Direttiva 2009/148/CE n. 148 del 30 novembre 2009 Relativa alla protezione dei lavoratori contro i rischi connessi con un’esposizione all’amianto durante il lavoro.
  • Linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità per la qualità dell’aria in Europa (WHO, 2000).

  • Direttiva 1999/77/CE del 26 luglio 1999 che adegua per la sesta volta al progresso tecnico l'allegato I della direttiva 76/769/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative alle restrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di talune sostanze e preparati pericolosi (amianto).

    >> Normativa Nazionale 

  • Circolare del 25 Gennaio 2011 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: Orientamenti pratici per la determinazione delle esposizioni sporadiche e di debole intensità (ESEDI).

  • Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81: (Testo coordinato con il Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. 106) Attuazione dell'articolo 1 della Legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutele della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

  • Decreto Legislativo 25 luglio 2006, n. 257: Attuazione della direttiva 2003/18/CE relativa alla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti dall'esposizione all'amianto durante il lavoro.

  • Circolare del Ministero della Sanità 15 marzo 2000 n. 4: Note esplicative del decreto ministeriale 1 settembre 1998 recante: “Disposizioni relative alla classificazione, imballaggio ed etichettatura di sostanze pericolose (fibre artificiali, vetrose)”.

  • Decreto Ministeriale 18 marzo 2003, n.101: Regolamento per la realizzazione di una mappatura delle zone del territorio nazionale interessate dalla presenza di amianto, ai sensi dell'articolo 20 della legge 23 marzo 2001, n. 93.

  • Decreto Ministero Sanità 26 ottobre 1995: Normative e metodologie per la valutazione del rischio, il controllo, la manutenzione e la bonifica dei materiali contenenti amianto presenti nei mezzi rotabili.

  • Decreto Ministero Sanità 6 settembre 1994: Normative e metodologie tecniche di applicazione dell'art. 6, comma 3, dell'art. 12, comma 2, della legge 27 marzo 1992, n. 257, relativa alla cessazione dell'impiego dell'amianto.

  • Legge 27 marzo 1992 n. 257: Norme relative alla cessazione dell'impiego dell'amianto.

Elenco delle norme di riferimento per l’elaborazione dei giudizi di idoneità psico-fisica espressi dalla Direzione Sanità RFI S.p.A. di cui all’Informativa per gli accertamenti sanitari.

NORME Id
Regolamento UE 995/2015 b
Disp. 55/06 b
Condotta 247/2010 b
DM 158 T b
DM 88/99 b
Decr. Lgs. 81/08 b
Art. 15 comma 2 D. Lgs. 125/2001 b
DPR 332/57 b
DM 328 navigazione interna b
Legge 335/95 – Pensione di inabilità b
Inidoneità al servizio ferroviario in genere b
Art 15 Comma 2 D.Lgs 125/2001 b
Decreto ANSF n.4/2012 e s.m.i. b
UNI EN ISO 97 12 b
DM MIT 288 17/09/2014 b
Conv.IMO-Codice STWC ’78 e s.m.i. b
DPR 1092/73 art. 219 b
Codice della strada D.lgs. 285/92 e s.m.i. b
DM MIT 146/2008 e s.m.i. b
Circ.MIN.INT.0016152 del 15/05/2012 b
DM n.78 del 21/04/2008 b
CCNL Dirigenti a